home















TRAVELVIDEO



13/02/2017

Sicilia e Calabria unite contro le mafie

Addiopizzo Travel a fianco degli amici della cooperativa Goel dopo i danneggiamenti inflitti all'ostello confiscato alla 'ndrangheta, di cui sono assegnatari.

A ottobre dell'anno scorso la cooperativa Goel vinceva un bando, proposto dal Comune di Locri, per l'assegnazione di un ostello confiscato alla 'ndrangheta. Il Comune ci aveva già provato alcuni mesi prima, ma con grande sconcerto la gara era andata deserta.

Oggi, ad appena dieci giorni dall'annuncio dell'assegnazione, una brutta sorpresa: il furto di una caldaia e di un gruppo di pressurizzazione dell'impianto idrico ha causato la fuoriuscita di acqua in tutti i locali, con danni stimati per oltre ventimila euro. Un chiaro segnale da parte della criminalità organizzata secondo un copione purtroppo ben noto, fatto di violenza e intimidazione.

Ma l'intera comunità della Goel non si arrende e non è disposta a indietreggiare di un passo. Al contrario, è pronta a proseguire nel progetto con maggiore motivazione e determinazione. Ecco quanto dichiarato da Vincenzo Linarello, presidente della cooperativa:
«L'ostello è un simbolo. La 'ndrangheta fa alla Locride ciò che gli autori di questo atto criminale hanno fatto a questo ostello: distrugge e ostacola ogni possibilità di lavoro per la gente e di sviluppo per il territorio. GOEL, invece, sta al fianco della gente, creando ogni giorno, dal nulla, speranza e lavoro».

Addiopizzo Travel è e sarà sempre al fianco degli amici calabresi di Goel: la prossima sfida sarà quella di elaborare insieme un tour in terra calabrese, nello spirito del turismo "NoMafia" già sperimentato con successo in Sicilia.

Sostieni Addiopizzo