No Mafia Memorial: il primo passo è fatto

Il Sindaco Leoluca Orlando consegna nelle mani di Umberto Santino, presidente del Centro Impastato, le chiavi di Palazzo Gulì, dove nascerà il museo dell'antimafia. Fra i partner del progetto figurano sia il Comitato Addiopizzo che Addiopizzo Travel.

A Palazzo Gulì, sull'antico Cassaro, via principale della Palermo storica e oggi dell'Itinerario arabo normanno recentemente iscritto nella Lista del Patrimonio Unesco, nasce No Mafia Memorial, la nuova istituzione culturale che racconta il forte impatto che la mafia ha avuto sulla società, ricostruisce la storia dell'associazione mafiosa e delle lotte contro di essa, dà voce alle diverse narrazioni oltre i luoghi comuni, propone riflessioni e chiavi interpretative ai palermitani e al pubblico italiano e internazionale che visita la Città. Uno spazio dove far nascere nuove idee e nuove pratiche di liberazione dalla mafia per formare una nuova identità collettiva e contribuire a costruire il cambiamento sociale.

No mafia Memorial, voluto dal Centro Impastato e dal Comune di Palermo, condiviso da partner nazionali come la Rai e Banca Etica, è sostenuto da una rete di soggetti del Terzo settore, da Addiopizzo, Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato e da oltre 150 familiari di vittime, studiosi, docenti, magistrati, giornalisti, rappresentanti di associazioni, fondazioni.

Per sapere di più sul progetto e su come contribuirvi, visita www.nomafiamemorial.org.