home















TRAVELVIDEO



12/05/2017

L'impatto sociale di Addiopizzo Travel

Qualche indicatore per rendere pubblico come Addiopizzo Travel sostiene il circuito economico pizzofree e le realtà associative del territorio siciliano

Addiopizzo Travel è una cooperativa con licenza di tour operator. Organizza viaggi etici per chi dice no alla mafia.  In pratica, organizza viaggi mostrando la bellezza della Sicilia, servendosi ESCLUSIVAMENTE di imprese pizzo-free. Ristoranti, hotel, compagnie di trasporto sono gestite da imprenditori che hanno denunciato gli estorsori o che non abbiano mai pagato il pizzo. Ecco perché riporta ADDIOPIZZO nel nome.

Il progetto nasce nel 2009 da un’idea di Dario Riccobono, Francesca Vannini ed Edoardo Zaffuto (tutti fondatori di Addiopizzo). Inizialmente nasce come esperimento di turismo sociale, con l’associazione Addiopizzo Community, l’associazione di simpatizzanti di Addiopizzo in Italia e all’Estero. Nel 2013 viene creata la cooperativa Addiopizzo Travel, che oggi conta 4 dipendenti a tempo indeterminato (2 a tempo pieno e 2 part-time) più diversi collaboratori saltuari.

Addiopizzo Travel non è solo un tour operator, ma è l’impegno per concretizzare il consumo critico antiracket e promuovere una visione del territorio fuori dagli stereotipi.

Migliaia di visitatori hanno scelto di viaggiare pizzo free. Per la prima volta il consumo critico contro il pizzo diventa misurabile, quantificabile. Migliaia di euro di fatturato che alimentano un circuito di economia virtuosa, libera dalla mafia.

Da quando è nato, Addiopizzo Travel ha fatto viaggiare più di ventimila persone. Solo gli studenti italiani e stranieri nell’ultimo anno sono stati più di duemila.

Nel 2016 un fatturato di 493.941euro, di cui solo il 10% (circa 50 mila euro) è servito per pagare i dipendenti.

Il resto, tolte tasse e altre spese, ovvero il 74% (365.882 €), è finito a imprese pizzo-free (hotel, ristoranti, etc.). Negli anni, dalla nascita di Addiopizzo Travel, le imprese che hanno detto no alla mafia e con cui lavoriamo hanno portato a casa 1 milione e mezzo di euro.

Nella logica del turismo responsabile, parte della quota che i viaggiatori spendono in vacanza con Addiopizzo Travel, serve a sostenere le realtà impegnate in prima linea nella lotta contro la mafia (Casa Memoria Peppino Impastato, Centro di documentazione Impastato, Addiopizzo onlus, Libera Junior e Libera Palermo, Il Giardino di Madre Teresa). Fino ad oggi, sono state donate a queste realtà somme per un totale di oltre 60 mila euro.

L’obiettivo è quello di dimostrare che legalità e sviluppo possono andare a braccetto. Dimostrare che stare dalla parte della legalità, non solo è giusto da un punto di vista etico, ma anche conveniente da un punto di vista economico. Spingere alle denunce e convincere i giovani a mettersi in gioco e rimanere al Sud.

Solo così avremo trovato gli strumenti per combattere la mafia sul suo stesso terreno.

Sostieni Addiopizzo