Pasta cu li bròcculi arriminati

Oggi vi proponiamo la "pasta cu li bròccoli arriminati", una delle pietanze palermitane per eccellenza, amata dalla maggior parte dei siciliani.

Pigghiati li cimaroli di un brocculiddu e facitili vùgghiri dintra ‘na pignata cu acqua e sali.
A mezza cuttura, sculati dintra ‘n’autra pignàta, mittiti li brocculi dintra un piattu e sarvàti l’acqua. Ora pigghiati un tianu cu mezzu bicchieri d’agghiu di casa e faciti suffriiri dui beddi spicchia d’agghia juncennu, a tempu giustu, tri sarduzzi salati senza testa e cuda, chi faciti squagghiari dintra lu suffrittu. A ‘stu puntu squagghiativi dui beddi cucchiarati di pumadamuri concentratu e mittitilu dintra lu tianu facennu cociri pi deci minuti. Fattu chistu, pigghiati li brucculiddi e calatili dintra lu tianu, mittiti sali e pipi, ‘ncuvicchiati e faciti cociri a focu lentu fina chi li brocculi sunnu tutti squagghiati. Ora junciti un pugniddu di pignola e passulina allivisciuta e qualche filiddu di zaffaranu sciugghiutu dintra l’acqua cavuda.
Riminannu riminannu, scinniti lu tianu e faciti arripusari. Pigghiàti l’acqua di li brocculi, faciti spaccari lu vugghiu e jttati ddà dintra, mezzu chilu abbuccatu di bucatu purtannulu a mità cuttura. Scinniti la pasta, sculatila e sbarratila dintra lu tianu e a focu lentu, faciti cociri ancora ‘mmiscannu tutti cosi.
Dopu cinqu minuti livati lu tianu di lo focu, cummigghiatilu a duviri e faciti ripusari pi deci minuti.
Chistu è lu puntu giustu pi ‘mpiattari e liccarivi l’ugna.

Pasta con broccoli in tegame

Bisognava conoscerlo per capire che era irritato: l’aspetto esteriore, la voce, i gesti, erano quelli di sempre, solo che arrossiva poco sotto l’attaccatura dei capelli, sulla fronte.
Cassola insisteva: “Puoi coinvolgere soltanto su un fatto specifico, che sia chiaro ed immediato. Il pericolo di un conflitto atomico è facilmente percepibile, così come è percepibile immediatamente la concreta eventualità di una catastrofe ecologica. Parlare di mutamenti di logica, di crisi delle ideologie non crea aggregazione, anzi disperde, rende il discorso difficile, elitario”. Si era appena appena accalorato e non aveva neppure principiato a consumare la modesta porzione di pasta con broccoli che gli avevamo preparato. Ad un nostro cenno prese distrattamente la forchetta e, dopo il primo boccone, si fermò interdetto: “Non mi convincerete, prendendomi per la gola” – disse deglutendo. Ne consumò due porzioni abbondanti, che lo resero, se non proprio disponibile, almeno un po’ più emotivamente vulnerabile. Non ne approfittammo, preferendo illustrargli la geniale semplicità della ricetta.
Dividete le cime di un cavolfiore di media grandezza, che lesserete in acqua salata. A metà cottura, scolatele e tenetele da parte, così come farete con il liquido di cottura. In un tegame di coccio dai bordi alti, soffriggete 2 spicchi d’aglio e, nel soffritto, fate sciogliere 3 filetti di sarde sotto sale. Versate poi 2 cucchiai di concentrato di pomodoro diluito in poca acqua, che farete cuocere per 10 minuti; dopo di che unite le cime del cavolfiore. Salate, pepate, coprite il tegame e lasciate cuocere il cavolfiore finché non si sarà appena sfatto. Unite, a questo punto, 50 gr. di pinoli, 50 gr. di uva passolina, già fatta rinvenire, e qualche filamento di zafferano sciolto in acqua calda. Nell’acqua del cavolfiore, lessate 600 gr. di bucatini, che toglierete a metà cottura, versandoli nel tegame della salsa. Mescolate e, dopo qualche minuto, togliete il tegame dal fuoco, copritelo e lasciate riposare per 5/10  minuti. Poi servite.

Pasta with broccoli

One should have known him well to understand he was angry; his exterior aspect, his voice and his gestures were the usual ones, actually he used to blush only on his front at the root of his hair. Cassola was again saying: “You can draw the people’s attention only to a specific, evident fact. The danger of an atomic war is easily understood as well as the real possibility of an ecological disaster. To speak about changes of the logic, crise of ideologies, it does not arouse interest, but on the contrary, scatters the discussion and makes it difficult and accessible only to élites”. He was only lightly excited and he had not yet begun to taste the small helping of “pasta with broccoli” we prepared for him. On our suggestion, he distractedly took the fork but, after the first mouthful, he stopped eating “You will not convince me by buttering me up!”, he said while swallowing. He ate two abundant helpings of pasta, which made him a little more vulnerable at least. We did not take advantage of it, we preferred to explain to him how to prepare this simple and genial recipe.
Cut the flower-heads from a medium-sized broccoli and boil them in salted water. When half done, drain and sem them aside; keep also their cooking water. In a deep clay-pan, sauté 2 cloves of garlic, then melt in 3 fillets of salted sardines. Add 2 tablespoons of tomato purée thinned with little water and let cook for 10 minutes, finally add the broccoli flower-heads. Salt, pepper, put a lid on and allow to cook until the vegetable is slightly overdone. At this point add 50 gms. of pine-nuts, 50 gms. of raisins, previously softened, and little saffron melted in how water. In the vegetable cooking water boil 600 gms. of “bucatini” until half done, then transfer them to the pan with sauce. Mix and, after a few minutes, remove the pan from the flame, put a lid on and leave to rest for 5 to 10 minutes, then serve.